Domande di contributo Primo Pilastro

Come ogni anno, entro il 15 maggio, le aziende agricole interessate possono presentare le domande di contributo PAC sul I pilastro

Come ogni anno, entro il 15 maggio 2019, è possibile presentare le domande relative al I e II Pilastro.

Nel gruppo del Primo Pilastro rientrano:
1) il pagamento base dei titoli PAC con relative eventuali maggiorazioni per il greening e per il giovane agricoltore.
Se l’azienda rientra in alcune casistiche tra cui il nuovo agricoltore, il giovane agricoltore o ha terreni in zone svantaggiate può chiede inoltre l’assegnazione dei titoli da riserva (Dar).
2) accoppiati superficie, di cui i principali richiesti in Trentino sono:
– Superfici olivicole che aderiscono a sistemi di qualità
Il premio è erogato per le superfici olivicole situate sull’intero territorio nazionale, coltivate secondo le normali pratiche colturali e che aderiscono a sistemi di qualità.
Ai fini del percepimento dell’aiuto è necessario che la superficie olivetata sia inclusa in un areale di produzione DOP o IGP e che l’agricoltore abbia correttamente adempiuto agli obblighi stabiliti dal sistema di qualità cui aderisce.
3) accoppiati zootecnia, di cui i principali richiesti in Trentino sono:
– Bovini da latte
Il premio può essere richiesto per le vacche da latte che partoriscono nell’anno, che al 31/12 della campagna stessa risulteranno aver rispettato le condizioni di ammissibilità previste dalla normativa.
– Bovini da latte in zone di montagna
Premio aggiuntivo per le vacche da latte in possesso dei requisiti dell’accoppiato sopra indicato e che risultino associate per almeno sei mesi ad un codice allevamento situato in zone montane.
– Vacche nutrici di razze da carne o a duplice attitudine iscritte nei Libri genealogici o nel Registro anagrafico delle razze bovine
Possono accedere al pagamento del sostegno i detentori di vacche nutrici di razza da carne o a duplice attitudine, iscritte nell’anno di riferimento della domanda, nei Libri genealogici o nel Registro Anagrafico delle razze bovine.
Il premio può essere richiesto per le Vacche Nutrici che partoriscono nell’anno, che al 31/12 della campagna stessa risulteranno aver rispettato le condizioni di ammissibilità previste dalla normativa
– Bovini macellati
Premio pagato al settore della carne bovina e riconosciuto ai detentori di capi bovini macellati, che ne abbiano fatto espressa richiesta nella domanda unica di pagamento e che, al 31 dicembre dell’anno di campagna, in base alle informazioni desunte dalla BDN, risultino aver rispettato le condizioni di ammissibilità

Per tali domande l’azienda dovrà presentarsi al CAA per l’aggiornamento del fascicolo aziendale, la creazione del PCG (piano colturale grafico) e la successiva presentazione delle domande.
Viste le novità relative al fascicolo aziendale e alle domande, si invitano le aziende a passare presso gli uffici prima del 01 Maggio 2019.