Proroghe e scadenze – CAA e abilitazioni

Riepilogo delle proroghe e delle nuove scadenze per le aziende agricole

Ultimo aggiornamento 27.05.2020

Il DL 17 marzo 2020, n. 18, cosiddetto “Cura Italia”, articolo 103, c. 2 (come modificato dalla Legge 24 aprile 2020, n. 27) riporta quanto segue: Tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati, compresi i termini di inizio e di ultimazione dei lavori […], in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 31 luglio 2020, conservano la loro validità’ per i novanta giorni successivi alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza.”

Proroghe presentazione domande – ufficio CAA

Proroghe presentazione domande – utilizzo acque pubbliche

Con circolare APRIE è reso noto quanto segue:
– sono sospesi i termini massimi, anche perentori, dei procedimenti amministrativi in scadenza dal 23 febbraio al 3 maggio 2020 per il corrispondente periodo;
– i termini per la presentazione della documentazione connessa a procedimenti in corso alla data del 18 marzo 2020 sono prorogati di 70 giorni a decorrere dalla scadenza originariamente assegnata;
– i termini per la presentazione di documentazione, dati od informazioni comunque stabiliti dall’Amministrazione per l’avvio di procedimenti d’ufficio in scadenza nel medesimo periodo 23 febbraio – 3 maggio 2020, sono prorogati di 70 giorni a decorrere dalla scadenza originariamente assegnata.
I termini sopra indicati potranno subire ulteriori sospensioni o proroghe in seguito all’eventuale estensione di efficacia delle disposizioni legate all’emergenza epidemiologica da COVID-19, sia a carattere nazionale che provinciale.
L’operatività della struttura è comunque garantita, tramite lavoro a distanza; la medesima struttura potrà quindi definire i provvedimenti di competenza anche durante il periodo di sospensione, nel rispetto delle garanzia poste a tutela dei soggetti coinvolti nel procedimento. Si invita a consultare il sito dell’Agenzia provinciale per le risorse idriche e l’energia (http://www.energia.provincia.tn.it/) per ulteriori aggiornamenti.

Proroga validità dei certificati di abilitazione per l’acquisto e l’utilizzo dei prodotti fitosanitari

L’Ordinanza PAT di data 19 aprile 2020 dispone che i certificati di abilitazione all’acquisto, all’utilizzo e alla vendita dei prodotti fitosanitari […] già scaduti o in scadenza al 31 gennaio 2020 fino alla fine del periodo dell’emergenza (fissato ad oggi per il 30 luglio) sono rinnovati, senza il compimento di ulteriori formalità, fino al novantesimo giorno successivo alla fine dell’emergenza, salvo cessazione anticipata della stessa.

Con Determinazione del Dirigente n. 366 del 24.04.2020 si dispone il rinnovo dei patentini scaduti a partire dal 1 ottobre 2019 (…) presumibilmente sino al 30 ottobre 2020 (…) su tutto il territorio nazionale, salvo modifica, (ossia fino al novantesimo giorno successivo alla fine del periodo dell’emergenza, fissato ad oggi per il 30 luglio 2020). Alla loro scadenza – ove sia presente l’interesse allo svolgimento dell’attività – esse dovranno essere rinnovate, nelle consuete modalità.

Il Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18, cosiddetto “Cura Italia”, articolo 103, c. 2 (come modificato dalla Legge 24 aprile 2020, n. 27) riporta quanto segue: Tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati, compresi i termini di inizio e di ultimazione dei lavori […], in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 31 luglio 2020, conservano la loro validità’ per i novanta giorni successivi alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza.”

Proroga formazione obbligatoria in materia di salute e sicurezza

Come indicato al punto 3 del Protocollo generale PAT_Indirizzi per la gestione dell’emergenza Covid-19 nelle Aziende rev.3  30 aprile, chi non avesse completato l’aggiornamento della formazione obbligatoria e/o abilitante in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro entro i termini previsti, per l’emergenza in corso e quindi per causa di forza maggiore, può continuare a svolgere lo specifico ruolo/funzione in azienda (a titolo esemplificativo: l’addetto all’emergenza, sia antincendio, sia primo soccorso, può continuare ad intervenire in caso di necessità). L’aggiornamento dovrà essere tempestivamente completato dopo la cessazione dell’efficacia delle misure restrittive.

 

TORNA ALLE NOTIZIE CORONAVIRUS E AGRICOLTURA

Tags: